DAO cosa sono e a cosa servono

DAO COSA SONO

DAO è l’acronimo di Organizzazione Autonoma Decentralizzata (Decentralized Autonomous Organization) e rappresenta un tipo di governance utilizzato per DApp, progetti e altri fondi di investimento crypto. Le DAO sono note per la loro apertura e decentralizzazione, basandosi principalmente sull’esecuzione automatica di smart contact.

Molti progetti DeFi hanno iniziato ad usare le DAO nel loro protocollo, sfruttando le potenzialità. Prima di approfondire il discorso sulle DAO, apriamo una piccola parentesi sulla DeFi e sul suo funzionamento.

Cosa significa DeFi?

La finanzia decentralizzata, nota anche come Decentralized Finance (DeFi), è una forma sperimentale di sistema finanziario che si basa sullo smart contract sulla blockchain, piuttosto che su intermediari finanziari centrali come banche o broker.

Tramite le piattaforme DeFi le persone possono prestare o prendere denaro in prestito da altri utenti, speculare sui movimenti dei prezzi delle varie attività, guadagnare interessi in un conto di risparmio, assicurarsi e scambiare criptovalute. Un mondo molto variegato che offre diverse opzioni ed opportunità agli investitori.

Alcune applicazioni DeFi sono caratterizzate da un alto rischio ed in questi casi si applicano tassi di interesse elevati. Dall’ottobre del 2020 oltre 11 miliardi di dollari sono stati depositati in protocolli DeFi ed attualmente l’economia DeFi ha un valore pari a 195 miliardi di dollari.

Come funziona una DAO?

La DAO può essere considerata un concetto che supporta un’organizzazione operante secondo regole preimpostate che rappresentano lo smart contract che la regolamenta.

Proprio perché la DAO si basa esclusivamente sul contratto, è del tutto autonoma e non può essere influenzata o modificata dall’esterno.

L’intera community prende insieme le decisioni principali e le azioni da intraprendere, valutando di volta in volta le varie proposte per aggiornare e migliorare il protocollo. Non c’è quindi un’autorità centrale, ma i membri della community hanno potere di voto sulle proposte avanzate.

Se una proposta viene approvata dalla community, l’intera somma per essa raccolta viene investita per svilupparla. Tutti i membri hanno naturalmente interesse a prendere le decisioni che ritengono più idonee per far crescere la piattaforma e, con essa, il valore dei token a loro disposizione.

Il regolamento delle DAO

Le regole da seguire per i membri della community devono essere, allo stesso tempo, rigide e flessibili.

Il regolamento deve essere rigido da un lato, includendo tutte le regole preimpostate e definite nello smart contract per stabilire cosa i vari membri possono o non possono fare. Per fare in modo che l’intera struttura duri nel tempo, il regolamento deve essere anche flessibile e quindi adeguarsi agli eventuali cambiamenti del mercato che potrebbero presentare scenari differenti nel futuro.

In questo modo non è necessaria la presenza di un’autorità centrale, poiché tutte le regole di gestione sono già scritte nel contratto e non possono essere modificate. 

Come si vota in una DAO: i token

Gli utenti della community possono votare tramite i token di governance, esprimendo così il loro parere sulle decisioni da prendere.

L’offerta totale dei token emessa può essere considerata come una frammentazione delle quote di partecipazione alla vita societaria. Non importa quindi quanti token abbia un utente, poiché tutti hanno gli stessi diritti per il solo fatto di possederli.

Anche se non esiste una vera struttura gerarchica in una DAO, bisogna fare attenzione a non allocare in maniera disomogenea i token a beneficio di pochi soggetti, che potrebbero così avere un ruolo predominante.

Una situazione da scongiurare, anche perché la DAO nasce secondo i concetti di trasparenza delle transazioni finanziari, democrazia, anonimato, partecipazione volontaria e non aggressione.

Come creare una DAO

Per creare una DAO bisogna adottare delle soluzioni open source. Un esempio è Aragon, tra le opzioni più gettonate del settore. In alternativa c’è Snapshot, in grado di funzionare su più blockchain.

Queste soluzioni hanno più o meno la stessa struttura, ma le modalità di utilizzo sono ovviamente diverse. Alcune DAO funzionano tramite un sofisticato meccanismo di voto “on-chain” ed altre con un meccanismo di voto “off-chain”. La scelta dipende naturalmente dalle priorità date al protocollo.

Servono, per implementare la DAO, crypto sufficienti per coprire la commissione di transazione.

Le 5 caratteristiche per una DAO blockchain di successo

Per creare una DAO vincente bisogna seguire alcune regole. Per rendere il processo di creazione più snello e veloce, ecco 5 punti da tenere a mente:

  • una DAO deve avere uno scopo, cioè un progetto ben definito da gestire oculatamente;
  • una DAO deve avere un meccanismo di voto facilmente accessibile per tutti gli utenti della community che possono così interagire ed eventualmente apportare delle modifiche. Si può realizzare autonomamente il meccanismo di voto, oppure affidarsi ad un fornitore di terze parti;
  • una DAO deve avere una governace token o un meccanismo di azioni. Un token di governance è una delle scelte più diffuse, mentre un sistema di azioni è più comune nei fondi dove gli utenti depositano delle criptovalute;
  • una DAO necessita di una community, che ne rappresenta il cuore pulsante. Più persone partecipano e più forte è la decentralizzazione, così l’autorità viene diffusa tra più stakeholder;
  • una DAO deve seguire un metodo per gestire i fondi. A tal proposito è necessaria anche una tesoreria, oppure l’accesso a qualche forma di crownfunding. Il tutto solitamente viene gestito da un wallet multi-firma, che si può utilizzare però solo se tutti gli utenti sono d’accordo.

Esempi di DAO

Per avere un’idea, diamo un’occhiata ad alcune delle DAO più famose nel mondo delle criptovalute.

Tra le più affidabili DAO c’è MakerDAO, che gestisce una stablecoin chiamata DAI collateralizzata tramite crypto. Le proposte vengono suddivise in Governance Polls per adottare le decisioni non tecniche ed in Executive Votes per apportare delle modifiche agli smart contract.

Molti progetti DeFi sono stati creati con Uniswap, un market maker automatizzato. I possessori di UNI possono votare e avanzare le loro proposte, per le quali è necessario avere almeno lo 0,25% dell’offerta totale di UNI.

Infine merita una menzione Aave, piattaforma di prestiti DeFi su Ethereum che permette ai possessori del token ERC-20 AAVE o del token in stake di partecipare alla DAO.

Da un punto di vista tecnico non è particolarmente complesso creare una DAO, mentre risulta più complesso svilupparne una che sia vincente nel tempo. L’importante è scegliere lo strumento più adeguato secondo i propri obiettivi, focalizzandosi attentamente sia sul progetto sia sulla community.

 © Copyright 2022 monetavirtuale.net  - Mappa del sito