DApps cosa sono, come funzionano

DAPPS cosa sono

Vediamo tutto quello che c’è da sapere sulle DApps: cosa sono, come funzionano e come si crea una dApp.

Cercheremo anche di capire cosa puoi usare per interagire con le dApp.

Cosa significa DApps

Sono dei tipi di applicazioni che funzionano grazie ad una rete decentralizzata costituita da nodi che vanno ad interagire tra di loro.

Acronimo di ‘Decentralized Applications’, sono particolari applicazioni che per funzionare non dipendono da punti di controllo o da alcuni server centrali ma si basano su una rete decentralizzata.

In questa rete tutti gli utenti hanno il controllo totale del funzionamento e permettono ad ogni utente l’accesso a molti servizi in piena sicurezza. 

Si possono usare tramite PC e dispositivi elettronici usando internet.

DApps come funziona

Funziona in maniera simile ad una rete blockchain, che letteralmente significa ‘rete di blocchi’.

Praticamente utilizza le proprietà di una rete informatica di nodi e permette la gestione e l’aggiornamento di un registro di dati e informazioni in modo aperto e condiviso in completa sicurezza.

Nel blockchain viene lasciato il record di qualsiasi operazione passante attraverso lo smart contract, o contratto intelligente, che è gestito e controllato dalla DApp.

Quindi accettare o meno le operazioni fatte dagli utenti è dipendente dalla programmazione di questo ‘contratto intelligente’ che va a garantire che i partecipanti abbiano un raggio di azione stabilito e già specificato.

Quando avviene una nuova operazione nella applicazione decentralizzata, tutte le informazioni presenti nella piattaforma vengono automaticamente aggiornate in ciascun nodo, garantendo la memorizzazione delle informazioni in ognuno di essi. 

Con tale procedura, ogni partecipante contribuisce a mantenere l’applicazione tramite le risorse del suo PC.

In questo modo inoltre si ha la garanzia che la piattaforma sia sempre in servizio, infatti non è possibile rimuovere tutti i nodi contemporaneamente.

Il vantaggio è quindi quello che queste app innovative, quando operano e girano su una rete blockchain godono completamente delle sue caratteristiche in termini di sicurezza, privacy e anonimato.

Per di più garantiscono che tutti i dati usati siano accessibili solamente da chi ha dato origine a tali informazioni.

Il pieno controllo dei dati da parte degli utenti in qualsiasi momento è quindi assicurato.

Funzionalità e vantaggi delle applicazioni decentralizzate

Uno dei grossi vantaggi di queste applicazioni decentralizzate è la sicurezza.

Infatti, funzionando su una blockchain che usa un sistema di crittografia avanzato di protezione dei dati che gestisce, va a garantire che le informazioni siano viste soltanto da chi le ha prodotte. 

In questo modo gli altri utenti possono solo andare a verificarne la validità e in nessun modo le informazioni che ha generato un partecipante sono visibili da altri.

Sempre parlando di sicurezza, un’altro vantaggio di queste applicazioni innovative è che i dati che vengono trattati possono essere sempre consultati e in possesso dell’utente.

Infatti, non memorizzando i dati in cloud o in altri server esterni, viene ridotto al minimo il rischio di furti di informazioni private o la vendita di queste da parte dell’azienda.

Ciò violerebbe la privacy dell’utente.

Ecco che quindi, grazie a questi sistemi di applicazioni innovative si garantisce la privacy.

Un’altra caratteristica importante è che sono decentralizzate, cioè possono tranquillamente funzionare senza il bisogno di server centrali.

A differenza dei sistemi centralizzati che possono avere problemi nel gestire un enorme carico di informazioni e dati, incorrendo in errori che possono portare la rete a non essere disponibile a livello globale, come successo a Facebook, queste applicazioni decentralizzate non hanno questo punto debole.

Ogni utente, cioè, possiede una cronologia completa di ciò che ha eseguito nella applicazione decentralizzata, come fosse una copia globale. 

Girando su una rete di blocchi, basta che un solo partecipante sia attivo per far funzionare la rete senza problemi.

Altro vantaggio non da poco è la cosiddetta open source, o ‘sorgente aperta’: il codice sorgente è disponibile e ciò permette di avere un alto livello di trasparenza.

Infatti la community può conoscere in qualsiasi momento cosa sta facendo la DApp. 

Ciò permette anche l’audit della comunità, cioè chiunque possiede le informazioni può controllare il codice sorgente e può migliorarlo ed eventualmente continuare il suo perfezionamento e sviluppo in caso che gli autori originari abbandonino il progetto.

Come creare una DApp

Ci sono alcuni passaggi fondamentali come quello di scaricare ed installare i programmi che sono necessari, creare un progetto, scrivere lo smart contract e compilare per poi migrare su blockchain il ‘contratto intelligente’.

Successivamente è importante testare il corretto funzionamento di smart contract.

Infine sarà necessario creare la parte front-end per poter interagire con il contratto intelligente.

Sono poi necessari alcuni tipi di software.

Dapp quali sono

Fondamentalmente esistono tre categorie o tipologie di DApp.

  1. Tipo 1: possiedono la propria blockchain, quindi non dipendono da nulla per essere eseguiti, perché possiedono la loro infrastruttura. Per esempio Bitcoin è la pioniera di questa tipologia.
  1. Tipo 2: dipendono da una blockchain e dalle sue peculiarità per poter funzionare. DApps di questo tipo possono funzionare o usando i propri token o la blockchain sulla quale girano. Un esempio di questa tipologia è Golem.
  1. Tipo 3: utilizzano delle applicazioni decentralizzate di tipo 2 per poter funzionare. Solitamente usano i token di quelle di tipo 2 per poter svolgere le loro funzioni. Rete sicura è un’app di questo tipo.

dApp esempi

Potremmo fare molti esempi di applicazioni decentralizzate.

Ne facciamo alcuni.

Crypto Kitties è stato uno tra i primi giochi ad essere creato con blockchain e consiste nel raccogliere gattini virtuali unici, che hanno caratteristiche diverse l’uno dall’altro. 

Essendo rari hanno un grande valore e ciò li trasforma in una criptovaluta di gioco. 

Acquistandoli e vendendoli ne si diventa i proprietari in forma virtuale. Si possono anche allevare e crescere dei gattini nuovi. Si tratta di una applicazione decentralizzata di tipo 2.

Molte app decentralizzate riguardano solitamente il mondo della finanza.

Per esempio cosa significa DeFi? DeFi sta per finanza decentralizzata. Un esempio di applicazione decentralizzata di questo settore è Crypto DeFi.

Esistono anche piattaforme per scambiare e acquistare criptovalute. 

Anche i NFT, gettoni non copiabili, sono usati da queste app particolari.

 © Copyright 2022 monetavirtuale.net  - Mappa del sito